Paredes lancia un messaggio alla Juventus via social

Tempo di lettura: < 1 minuto

PAREDES DI MARIA JUVENTUS SASSUOLO SOCIAL - La Juventus spera con una cessione in mezzo al campo di affondare il colpo per Paredes, giocatore in forza al PSG da tempo nel mirino bianconero. Nel frattempo che in casa bianconera si verifichino le condizioni per muoversi in questo senso - Rabiot che accetta il trasferimento al Manchester United - Leandro Paredes dimostra di vedere di buon occhio il possibile trasferimento a Torino. L'argentino ha infatti pubblicato sui social un video che lo ritrae mentre guarda il match di Serie A tra Juventus e Sassuolo e si congratula con il connazionale Di Maria per il gol segnato. 

Il Ppost social di Paredes che guarda Juventus - Sassuolo

Allegri: “Buona partita ma abbiamo buttato troppe palle”

Tempo di lettura: 2 minuti

ALLEGRI JUVENTUS SASSUOLO INTERVISTA - La Juventus inaugura con il botto la stagione 2022/2023 di Serie A. È il neo bianconero Angel Di Maria a sbloccare la partita per i bianconeri. ma ci pensa Vlaovic con una doppietta a siglare il risultato. Dopo un esordio scoppiettante l’argentino è costretto anzitempo a lasciare il campo per quello che al momento sembra essere un risentimento muscolare all’adduttore destro. Sulla sua condizione e sull’andamento del match contro il Sassuolo in generale ne ha parlato Massimiliano Allegri ai microfoni dei giornalisti. Queste le sue parole. 

Le parole di Allegri su Di Maria

"Di Maria? Vediamo domani gli esiti degli esami, sono cose che capitano. Lui ha avuto quel problemino all'adduttore anche una settimana fa, ma non sono preoccupato, ora vediamo gli esiti degli esami domani. Lui si stava divertendo, magari avrei dovuto toglierlo sul 3-0. La faccia dolorante? Ma lui ha sempre quella faccia lì (ride ndr.).”

LEGGI ANCHE ---> Juventus - Sassuolo 3-0, le pagelle dei quotidiani: Spettacolo Di Maria e Vlahovic

Nell’intervista Allegri commenta il match di Serie A Juventus Sassuolo

"Siamo partiti bene, poi abbiamo perso qualche pallone in uscita e lì siamo andati un po’ in difficoltà. In quei frangenti bisogna stare sereni e far passare il momento. Stiamo lavorando e siamo migliorati, nonostante abbiamo fatto una buona partita abbiamo buttato un po’ troppe palle a campo aperto. Lì bisogna cercare di chiudere l’azione". 

Allegri su Bremer e Vlaovic

"Mi sono meravigliato dell’inserimento che ha avuto Bremer, ha un buon piede e oggi ha fatto un’ottima partita. L’ho richiamato una sola volta quando ha seguito Berardi fino alla metà campo, lì devi mollare. Abbiamo fatto poca fatica a difendere perché abbiamo chiuso bene gli spazi. Ha gamba, è aggressivo e copre in lungo: è un giocatore importante. Vlahovic? Lui quando fa gol è contento ma come tutti bisogna migliorare qualche scelta di passaggio, dove può finire la palla… stasera però sono molto contento per lui, è stato molto bravo".

Juventus - Sassuolo 3-0, le pagelle dei quotidiani: Spettacolo Di Maria e Vlahovic

Tempo di lettura: < 1 minuto

JUVENTUS SASSUOLO PAGELLE QUOTIDIANI - La Juventus non delude le aspettative e riesce a vincere in casa contro il Sassuolo per 3-0. Nel posticipo della giornata inaugurale della Serie A 2022/23 a mettere la firma sul risultato finale sono le reti di Angel Di Maria e Dusan Vlahovic. Di seguito le loro pagelle, e quelle di tutti gli altri compagni, assegnategli dai maggiori quotidiani sportivi nazionali.

Juventus - Sassuolo, le pagelle dei quotidiani

La Gazzetta dello Sport: Perin 7; Danilo 6.5, Bonucci 6, Bremer 6.5, Alex Sandro 7 (60′ De Sciglio 6.5); Cuadrado 6 (60′ Kostic 6), Zakaria 6, Locatelli 6 (76′ Rovella sv), McKennie 6 (76′ Soulé sv); Di Maria 7.5 (65′ Miretti 6), Vlahovic 7

Allenatore: Allegri 6.5

Eurosport: Perin 6.5; Danilo 6.5, Bonucci 6, Bremer 6.5, Alex Sandro 6.5 (60′ De Sciglio 6); Cuadrado 6 (60′ Kostic 6), Zakaria 6, Locatelli 5.5 (76′ Rovella sv), McKennie 6 (76′ Soulé sv); Di Maria 7.5 (65′ Miretti 6), Vlahovic 7.5

Allenatore: Allegri 6.5

Sky Sport: Perin 7; Danilo 6, Bonucci 6, Bremer 6.5, Alex Sandro 6 (60′ De Sciglio 6); Cuadrado 6 (60′ Kostic 6), Zakaria 6, Locatelli 6 (76′ Rovella 6), McKennie 6 (76′ Soulé 6); Di Maria 8 (65′ Miretti 6), Vlahovic 7.5
Allenatore: Allegri 6.5

Serie A | Juventus - Sassuolo 3-0: il tabellino

Tempo di lettura: < 1 minuto

JUVENTUS (4-4-2): Perin; Danilo, Bonucci, Bremer, Alex Sandro (60′ De Sciglio); Cuadrado (60′ Kostic), Zakaria, Locatelli (76′ Rovella), McKennie (76′ Soulé); Di Maria (65′ Miretti), Vlahovic. A disposizione: Pinsoglio, Garofani, Gatti, Rugani, Fagioli, Da Graca

Allenatore: Allegri. 

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Muldur (7′ Toljan), Ayhan, Ferrari, Rogerio; Frattesi (80′ Ceide), Henrique, Thorsvedt (80′ Harroui); Berardi, Defrel (46′ Raspadori), Kyriakopulos (59′ Pinamonti). A disposizione: Pegolo, Russo, Marchizza,, Alvarez, Obiang, Erlic, D’Andrea, Tressoldi

Allenatore: Dionisi. 

MARCATORI: 27′ Di Maria, 43′ Vlahovic rig., 51′ Vlahovic

NOTE: Ammoniti: 16′ Locatelli, 33′ Thorsvedt, 41′ Ferrari, 70′ Henrique

Ci sarebbe un accordo di massima tra Kostic e la Juventus

Tempo di lettura: < 1 minuto

CALCIOMERCATO JUVENTUS KOSTIC - La Juventus vuole Filip Kostic e Kostic vuole la Juventus. L’Eintracht Francoforte valuta il cartellino del serbo 12 milioni e nei giorni scorsi avrebbe ricevuto un’offerta dal West Ham da 15 milioni di euro più bonus. A scompigliare le carte in tavola è stato però l’inserimento della Juventus al tavolo delle trattative. 

Calciomercato, Kostic trova un accordo di massima con la Juventus

I bianconeri avrebbero offerto 10 milioni di euro comprensivi dei bonus. Una proposta al di sotto sia delle richieste dell’Eintracht Francoforte che dell’offerta del West Ham. Nei prossimi giorni potrebbe però arrivare un rilancio da parte di Cherubini per 12 milioni di euro più bonus.Gli ‘Hammers’ si sentono forti della propria offerta, ma la differenza potrebbe farla la volontà del giocatore. Kostic infatti gradirebbe la meta bianconera, conscio anche della possibilità di giocare al fianco del connazionale Vlahovic, con il quale ha dimostrato di avere un’ottima affinità. Allo stesso tempo però è molto legato all’Eintracht Francoforte e potrebbe decidere di accettare l’offerta del West Ham nel caso in cui la Juventus non avanzi un’offerta adeguata. Kostic però, scrive TuttoSport, avrebbe trovato un accordo di massima con Cherubini per un triennale da 3.5 milioni a stagione. Nel frattempo l'Inter avrebbe aperto un sondaggio per il serbo ma non dovrebbe impensierire i bianconeri.

Rumminigge: "Di Maria può dare ancora qualcosa, è valido"

Tempo di lettura: 2 minuti

RUMMENIGGE JUVENTUS INTERVISTA - L’ex attaccante nerazzurro Karl-Heinz Rummenigge, ha rilasciato una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport. Nel suo intervento ha fatto un confronto tra Serie A e Bundesliga, per poi soffermarsi sui vari big club italiani. 

Un confronto tra Bundesliga e Serie A

“Purtroppo per Serie A e Bundesliga, mi sembra quello inglese. Ogni anno è sempre combattuto, interessante e molto emozionante. Dobbiamo tentare sia in Italia sia in Germania di migliorare, di avvicinarci di più al modello inglese. Mi sembra che siano più professionali per quanto riguarda il calcio televisivo, ma non solo: incassano molto di più che noi o voi. Perché bisogna essere chiari: alla fine contano i soldi, con i soldi acquisti la qualità sul campo”.

L’intervista di Rummenigge sul calciomercato della Juventus: Kostic è un giocatore da Juve?

“Per l’Eintracht è stato molto importante: spinge a sinistra, è veloce, tecnicamente molto bravo. Lo hanno fatto giocare in coppa, vorrebbero metterlo oggi contro il Bayern, fanno di tutto per tenerlo. Però non sembra che costi tanto, non è carissimo...”.

Rummenigge: la Serie A cerca solo grandi campioni? 

“No. In Germania cercano sempre di comprare giovani anche per farli crescere, venderli e guadagnare soldi. Io credo sempre nella “mista”, esperienza più giovani. Con il Bayern abbiamo vinto così. Non li chiamo vecchi, ma di esperienza. Di Maria può dare ancora qualcosa, è valido”.

De Ligt vale i 67 milioni più bonus?

“Bisogna vedere. Anche la Juve lo aveva pagato molto, probabilmente lo hanno venduto perché non li ha convinti, oltre che per ragioni economiche. Al Bayern mancava il “capo” della difesa, dopo la partenza di Alaba. Mi auguro che lo abbia ritrovato, speriamo sia in grado di farlo. Mino Raiola nel passato ci aveva chiamato tante volte dicendoci che Matthijs era un ‘giocatore da Bayern, dovete comprarlo’. Ma aveva già allora cifre astronomiche, non solo per il cartellino richiesto dall’Ajax ma anche per l’ingaggio. Poi noi eravamo a posto in difesa, non era necessario come ora”.

Calciomercato Juventus, Muriel in pole

Tempo di lettura: < 1 minuto

MURIEL ATALANTA CALCIOMERCATO JUVENTUS – Luis Muriel è ormai prossimo a dire addio all’Atalanta. Sul calciatore della Dea ci sono diversi club, ma in particolare la Juventus. Secondo quanto sostenuto da TuttoSport, infatti, il colombiano sarebbe il calciatore perfetto per rimpiazzare Alvaro Morata ed ha un ingaggio nei parametri del club piemontese. La società bianconera valuta il suo cartellino tra i 10 e i 15 milioni di euro, mentre l’Atalanta ne vorrebbe almeno 15-20. La Dea non sembra disposta a scendere anche se Muriel ha un contratto con scadenza 30 giugno 2023. Sembrano essere state scartate le opzioni Raspadori e Morata. Lo spagnolo sarebbe la prima scelta dei Allegri, ma i 35 milioni richiesti dall'Atletico Madrid per il suo cartellino sono troppi per i bianconeri.

Mauro: "Mi aspetto una Juve molto più tosta che nel recente passato"

Tempo di lettura: 2 minuti

MAURO JUVENTUS INTERVISTA - Queste le parole di Massimo Mauro a La Gazzetta dello Sport, sulla situazione della Juventus in merito a Pogba e su altre questioni relative ai bianconeri. 

L’intervista di Mauro su come la Juventus può sostituire Pogba

"Non credo che comprare serva a qualcosa: non troveresti mai nessuno all’altezza di Pogba a basso prezzo, e se invece spendi molto, poi quando torna il francese che fai? Rischi pure di pentirtene... Io, piuttosto, darei fiducia a Zakaria, senza fasciarmi la testa più di tanto: lo svizzero mi piace molto".

Necessario un rinforzo a centrocampo? 

"Beh, è ovvio che dipende anche da chi uscirà. Per dire, se Arthur o Rabiot andassero via, è chiaro che qualcuno arriverà. Io però non sono così convinto sia quella del regista la figura che manca. Locatelli, Fagioli e all’occorrenza lo stesso Pogba possono assolvere il compito di avviare l’azione e far ragionare la squadra. Ripeto, quello che è mancato alla Juve lo scorso anno sono i gol dei centrocampisti. Pogba, se sta bene, ne aggiunge di sicuro, ma anche uno come Rabiot in teoria avrebbe le qualità per segnare. Ecco, spero solo che, qualora restasse, si smetta poi di prendere di mira giocatori che hanno potenziale, ma stanno vivendo momenti difficili. Mi riferisco anche ad Alex Sandro".

L’intervista di Mauro su Di Maria e Bremer 

"Giocatore devastante quando ha spazio, grazie a tecnica e velocità fuori dal comune. Ho solo qualche dubbio che possa soffrire in certe partite chiuse, tipiche della nostra Serie A. Bremer? Formidabile. Io lo vedo anche più adatto di De Ligt al gioco di Allegri, perché è molto umile e attento in marcatura".

LEGGI ANCHE ---> Oppini sicuro: “Attenzione: la Juve sta lavorando sotto traccia per un campione”

Mauro su Allegri

"Il suo marchio di fabbrica: solidità e organizzazione. La Juve del 2021-22 non è stata "cattiva" e allo stesso tempo non faceva paura agli avversari come in passato. Ecco, Allegri deve innanzitutto sistemare la difesa, e in questo è bravissimo. Poi codificare qualche giocata in più per mettere in condizione Vlahovic di non ricevere palla sempre spalle alla porta. Infine, recuperare qualche giocatore in difficoltà, come ho detto prima. E su questo terzo punto non ho dubbi che Max riuscirà nella missione. Non nominare lo scudetto? Credo sia stata una mossa anche psicologica, per convincere i giocatori stessi che non solo si può, ma si deve tornare a vincere. Io mi aspetto una Juve molto più tosta che nel recente passato".

La necessità della Juventu di fare gol

"Dipende tutto da Kean, che ho visto in gran forma in queste prime amichevoli. Fin troppo in forma, se devo dirla tutta, perché poi si rischia di essere al top quando i risultati non contano. Però, ecco, se Kean facesse i 15-20 gol che per me ha nelle corde, i conti finirebbero per tornare. Altrimenti, se tecnico e società non fossero convinti di questo, servirebbe di sicuro un acquisto sul mercato. Perché al tridente Di Maria-Vlahovic-Chiesa, per esempio, qualche gol manca...".

Mauro sui giovani della Juventus

"Io stravedo per Miretti, ma anche Fagioli a Cremona è cresciuto molto. Mentre Rovella sta un po’ pagando l’infortunio patito al Genoa... Diamo loro il tempo".

Juventus in pressing per Kostic

Tempo di lettura: < 1 minuto

KOSTIC CALCIOMERCATO JUVENTUS - La Juventus vuole Filip Kostic. Cherubini, scrive La Gazzetta dello Sport, vorrebbe cercare di parlare nuovamente con l’Eintracht Francoforte per tentare l’affondo deciso. L’obiettivo è battere la concorrenza del West Ham arrivato a offrire 15 milioni di euro più bonus. Il club tedesco valuta il cartellino del serbo 12 milioni, mentre i bianconeri fino a ora ne avrebbero offerti 10 comprensivi dei bonus. Gli ‘Hammers’ si sentono forti della propria offerta, ma la differenza potrebbe farla la volontà del giocatore. Kostic infatti gradirebbe la meta bianconera, conscio anche della possibilità di giocare al fianco del connazionale Vlahovic, con il quale ha dimostrato di avere un’ottima affinità. Allo stesso tempo però è molto legato all’Eintracht Francoforte e potrebbe decidere di accettare l’offerta del West Ham nel caso in cui la Juventus non avanzi un’offerta adeguata. Per ora, scrive La Gazzetta dello Sport, i bianconeri sarebbero pronti a offire 12 milioni di euro più bonus.

Calciomercato Juventus, Raspadori chiede la cessione ma è il Napoli in pole

Tempo di lettura: < 1 minuto

CALCIOMERCATO JUVENTUS RASPADORI NAPOLI - Giacomo Raspadori è uno dei grandi obiettivi di mercato delle big di Serie A. Napoli, Juventus e Inter starebbero tutte cercando di aggiudicarsi il suo cartellino. L'attaccante neroverde, secondo quanto riportato da SkySport, sembra che abbia chiesto la cessione al Sassuolo e all'allenatore Dionisi. La dirigenza campana sembra voglia puntare su di lui per il futuro dell'attacco azzurro, ma attenzione alla concorrenza, con la Juventus che ora vorrebbe provare l'assalto.

Calciomercato Juventus, Raspadori sempre più vicino ma al Napoli

Nonostante l'interesse della Juventus, il Napoli prova a chiudere per Raspadori. Gli azzurri hanno già un accordo con il classe 2000 e sono pronti a mettere sul piatto 30 milioni di euro per regalarlo a Spalletti. Comunque, nella giornata di oggi, l'entourage del talento italiano incontrerà la Vecchia Signora per capire le sue intenzioni. È tutto ancora aperto, ma Raspadori si avvicina sempre di più a vestire la maglia azzurra.