Coppa Italia, Sassuolo eliminato: vince il Modena 3-2

Tempo di lettura: < 1 minuto

MODENA SASSUOLO COPPA ITALIA - Inizia male la stagione del Sassuolo, prossimo avversario della Juventus in Serie A. La squadra di Alessio Dionisi, infatti, esce sconfitta dai trentaduesimi di Coppa Italia e viene eliminata dalla competizione. A vincere è il Modena, per 3-2.

Coppa Italia, il tabellino di Sassuolo Modena 3-2

MODENA: Gagno; Magnino, Cittadini (83′ Silvestri), Pergreffi, Azzi; Gargiulo (89′ Minnesso), Panada (69′ Gerli), Mosti (83′ Armellino); Oukhadda; Diaw, Falcinelli (89′ De Maio).
A disposizione: Narciso, Ponsi, Duca, Giovannini, Battistella, Renzetti, Abiuso, Piacentini.
Allenatore: Attilio Tesser

SASSUOLO: Consigli; Muldur (46′ Rogerio), Ahyan, Ferrari, Kyriakopoulos; Frattesi (77′ Defrel), Henrique (46′ Lopez), Thorstvedt (64′ Harroui); Berardi, Raspadori, Ceide (46′ Alvarez). 
A disposizione: Russo, Zacchi, Erlic, Tressoldi, Marchizza, Obiang, D’Andrea.
Allenatore: Alessio Dionisi

ARBITRO: Aureliano di Bologna
Assistenti: Cipressa di Lecce, Vigile di Cosenza. IV Uomo: Galipò di Firenze. VAR: Banti di Livorno e Lombardo di Cinisello Balsamo

MARCATORI: 11′ Falcinelli (M), 30′ e 52′ Mosti (M), 45+2′ rig. Berardi (S), 88′ Ahyan (S)

NOTE. Ammoniti: Panada (M). Recupero: 2'pt; 5' st

Sconcerti: "Juventus, fine di un ciclo. Il problema non è solo Allegri..."

Tempo di lettura: < 1 minuto

SCONCERTI JUVENTUS ALLEGRI INTERVISTA - La Juventus di Massimiliano Allegri ha chiuso la stagione 2021/2022 senza alzare un trofeo. Fatale ieri la sconfitta in finale di Coppa Italia contro l'Inter, con i nerazzurri che hanno saputo mettere in ghiaccio il risultato sul 4-2 nei tempi supplementari. Mario Sconcerti ha analizzato la finale di Coppa Italia e, in generale, la stagione della Juventus a TMW Radio.

Juventus Inter, il commento di Sconcerti

"Da noi si parla sempre di episodi e di polemiche per ogni contatto in campo. La Juventus ieri è stata sfortunata, meritava di vincere. L'Inter è stata troppo tempo senza tirare in porta. Poi però devi anche avere il piacere di giocare come i nerazzurri. Questa sfortuna poi te la meriti. Penso che la Juventus abbia finito un ciclo. Doveva arrivare questo momento, dopo nove campionati vinti. La gara di ieri è stata determinata dal giocatore del campionato che è Perisic".

Juventus, Sconcerti analizza i problemi

"Il problema non è solo Allegri. L'allenatore ha certamente commesso degli errori. La squadra non ha gioco. I giocatori non giocano per la squadra, sembrano avere troppa stima di sè stessi. Anche la condizione di Vlahovic dipende dal tipo di gioco che ha la squadra. Credo che tutto questo dipende dalla troppa facilità con cui i bianconeri hanno vinto negli ultimi anni. Solo il Napoli di Sarri una volta ha messo in pericolo la forza della Juve".

Social, Morata professa amore alla Juventus: "Nella sconfitta ti amo" (FOTO)

Tempo di lettura: < 1 minuto

SOCIAL INSTAGRAM MORATA JUVENTUS - In casa Juventus c'è delusione e amarezza per la sconfitta di ieri sera nella finale di Coppa Italia contro l'Inter. L'ingresso in campo di Alvaro Morata al posto dell'infortunato Danilo è stato determinante per la momentanea rimonta bianconera. Poi i nerazzurri hanno saputo reagire e fissare il risultato sul definitivo 4-2 nei tempi supplementari con la doppietta di Ivan Perisic. Morata, nonostante la delusione, ha voluto professare amore ai colori bianconeri con un post pubblicato sul suo profilo Instagram.

Juventus, il post Instagram di Morata

"Nella vittoria ti amo, ma nella sconfitta TI AMO. Forza Juve!"

https://www.instagram.com/p/CddM3pKMS2u/

Chirico: "Juventus, squadra mediocre. Allegri e dirigenza hanno colpe. E Lautaro ha simulato..."

Tempo di lettura: < 1 minuto

CHIRICO JUVENTUS INTER COPPA ITALIA INTERVISTA - Amarezza in casa Juventus per la Coppa Italia sfumata ai tempi supplementari contro l'Inter. I nerazzurri hanno conquistato il trofeo vincendo 4-2. Il giornalista di fede bianconera, Marcello Chirico, a TMW Radio ha analizzato la finale e posto l'accento su difetti e colpe della Juventus.

Juventus Inter Coppa Italia, le parole di Chirico

"La Juventus è una squadra mediocre. Lo si è notato anche ieri sera. Me la prendo con Allegri e con la dirigenza che lo ha richiamato e gli ha affidato questa squadra. Non è vero poi che si è speso tanti soldi. Molti ancora devono essere pagati in più tranche. Alla fine vedremo chi terranno e chi no".

Juventus Dybala, il pensiero di Chirico

"L'errore in questa vicenda è stato non riuscire a scucire nemmeno un euro. Ma non ho rimpianti perchè Dybala non è decisivo".

Chirico su Allegri e sulla simulazione di Lautaro Martinez

"La Juventus deve fare un'accurata riflessione. Ma Allegri comunque non rischia perchè ha ottenuto l'obiettivo minimo, cioè entrare in Champions League. Anche se è poco. Da juventino è deludente arrivare secondo, figuratevi quarto. Dobbiamo essere arrabbiati per questa stagione. E vogliamo parlare dell'arbitro Valeri? Da tanto tempo si parla di Juve e arbitri...ma ieri ha avuto aiutini? Il primo rigore ha svoltato la partita. Ma è stata simulazione netta di Lautaro Martinez. Va bene che la Juve ha tanti difetti, ma senza quel rigore non so se l'Inter la pareggia".

Social, il fratello di Rabiot furioso: "Inter-Corruzione-Var FC"

Tempo di lettura: < 1 minuto

SOCIAL FRATELLO RABIOT JUVENTUS INTER COPPA ITALIA - La Juventus è uscita sconfitta nella finale di Coppa Italia contro l'Inter allo Stadio Olimpico di Roma. I nerazzurri di Simone Inzaghi hanno prevalso nell'ultimo atto della competizione, vincendo 4-2 dopo i tempi supplementari. Al fratello di Adrien Rabiot, James, non sono andate giù evidentemente alcuni episodi durante la gara, tanto da pubblicare nelle stories di Instagram un messaggio abbastanza eloquente.

Coppa Italia Juventus Inter, la storia Instagram del fratello di Rabiot

James, il fratello del centrocampista della Juventus Adrien Rabiot, dopo la finale di Coppa Italia contro l'Inter, ha espresso tutta la sua rabbia nei confronti dei nerazzurri e degli arbitri con una storia su Instagram: "InterCorruptionVAR.FC-Juve 4-2, merci la Var, merci l'arbitre". Il contenuto della storia è abbastanza eloquente e ironico.

Coppa Italia, Juventus - Inter 2-4: le pagelle dei quotidiani

Tempo di lettura: < 1 minuto

COPPA ITALIA JUVENTUS INTER PAGELLE QUOTIDIANI - L’Inter alza al cielo il secondo trofeo della stagione e lascia a mani vuote la Juventus per la prima volta dal 2010. Ci pensa Barella a sbloccare il risultato al 7’ minuto del primo tempo, ma nel secondo tempo ci pensano Morata e Vlahovic a portare in vantaggio per la Juventus. Il rigore calciato da Calhanoglu per l’Inter riporta la situazione in parità. Sono  tempi supplementari e un Perisic in grande spolvero a condannare la Juventus che conclude la stagione 2021/2022 con una sola consolazione: l’accesso in Champions League. Di seguito le pagelle dei quotidiani sportivi ai giocatori di Massimiliano Allegri

Coppa Italia, le pagelle dei quotidiani per Juventus - Inter

Corriere dello Sport: Perin 6; Danilo 5.5 (43' pt Morata 7), De Ligt 4.5, Chiellini 7 (39' st Arthur 5.5), Alex Sandro 6 (1' pts Pellegrini 5.5); Zakaria 4.5 (22' st Locatelli 5.5), Rabiot 5; Cuadrado 6, Dybala 6.5 (10' st Kean 5.5), Bernardeschi 7 (22' st Bonucci 5); Vlahovic 7. 

Allenatore: Allegri 4.5

La Gazzetta dello Sport: Perin 6; Danilo 5.5 (43' pt Morata 6), De Ligt 4.5, Chiellini 7 (39' st Arthur 5), Alex Sandro 6.5 (1' pts Pellegrini 5.5); Zakaria 5.5 (22' st Locatelli 5.5), Rabiot 5.5; Cuadrado 5.5, Dybala 6.5 (10' st Kean 6.5), Bernardeschi 6.5 (22' st Bonucci 5.5); Vlahovic 6.5. 

Allenatore: Allegri 5

La Repubblica: Perin 6; Danilo 5.5 (43' pt Morata 6), De Ligt 5, Chiellini 7.5 (39' st Arthur 5.5), Alex Sandro 6.5 (1' pts Pellegrini 6); Zakaria 6 (22' st Locatelli 5.5), Rabiot 6.5; Cuadrado 6, Dybala 7 (10' st Kean 5.5), Bernardeschi 6.5 (22' st Bonucci 5); Vlahovic 6.5. 

Allenatore: Allegri 5.5

Chiellini saluta la Juve: "Cedo lo scettro"

Tempo di lettura: < 1 minuto

CHIELLINI ADDIO JUVENTUS UFFICIALE INTERVISTA - Ora è davvero ufficiale. Dopo la finale di Coppa Italia persa dalla Juventus contro l'Inter per 2-4, Giorgio Chiellini ha parlato del suo addio e dell'ultima partita che giocherà in bianconero.

UFFICIALE Chiellini, addio alla Juventus: "Cedo lo scettro"

"Lunedì saluterò lo Juventus Stadium contro la Lazio, poi se sto bene giocherò anche a Firenze. Cedo lo scettro, spero di aver lasciato qualcosa ai più giovani. Penso di aver dimostrato di esserci ancora a grandi livelli, soprattutto a me stesso. Lascio per decisione mia anche se non è facile perché ti resta dentro questa squadra". 

Sulla sconfitta in Coppa Italia contro l'Inter

"Non ero abituato a restare senza trofei, è chiaro che qualcosa non è andato. L'avevamo detto anche nei gironi scorsi, c'è stato un percorso di miglioramento, ma siamo ancora lontani dai più forti. Se facciamo un'analisi più ampia, questa squadra deve migliorare nella continuità, nella voglia, nel carattere. A questa squadra manca qualcosa che è stato della Juve per tanti anni. Ho vissuto le chiusure dei cicli e le nuove aperture, credo che Allegri sia la migliore persona per trasferire il DNA vincente. Dispiace perchè la partita a livello di occasioni eravamo riusciti a tenerla bene, Perin non ha mai fatto nessuna parata decisiva. Però va accettata, l'Inter ha dimostrato di essere più forte tutto l'anno nellgli scontri diretti. Spero che le 3 sconfitte su 4 contro i nerazzurri diano voglia di reagire per la prossima stagione. Dispiace lasciare con un anno senza vittorie dopo 10 anni. L'imortante è essere consapevoli di dover fare un processo di crescita, io ho vissuto due settimi posti e quando le cose vanno male non è facile. Però siamo ripartiti, abbiamo fatto 10 anni straordinari".

Allegri: "Espulsione? Uno dell'Inter mi ha dato una pedata..."

Tempo di lettura: < 1 minuto

ALLEGRI JUVENTUS INTER INTERVISTA - Queste le parole di Massimiliano Allegri, intervistato da Mediaset al termine della finale di Coppa Italia, persa dai bianconeri 2-4 contro l'Inter ai tempi supplementari.

Finale Coppa Italia, l'intervista ad Allegri dopo Juventus Inter 2-4

"L'espulsione? È passato uno dell'Inter e mi ha dato una pedata. Ho reagito, l'arbitro mi ha visto e mi ha espulso giustamente. Non cambia niente sapere cos'è successo oppure no in campo".

Sulla sconfitta

"Vanno fatti i complimenti all’Inter. Usciamo da un'annata senza trofei e questa rabbia che ci portiamo dentro per non aver vinto va tenuta per l'anno prossimo, dove dobbiamo tornare a vincere. La squadra ha fatto una bella prestazione, i ragazzi vanno ringraziati. Avevamo fatto una bella rimonta e stasera potevamo avere la rivincita di Torino, i ragazzi hanno fatto bene. L’Inter ha fatto una bella partita e l’arbitro ha arbitrato bene. Abbiamo raggiunto un bel risultato, giocando la finale. Ora dobbiamo giocare bene le ultime due partite e ripartire per l’anno prossimo. La squadra ha fatto bene per 70 minuti, poi ho dovuto fare dei cambi perché i ragazzi erano stanchi".

Finale Coppa Italia, Juventus-Inter 2-4: il tabellino

Tempo di lettura: < 1 minuto

JUVENTUS (4-2-3-1): Perin; Danilo (43' pt Morata), De Ligt, Chiellini (39' st Arthur), Alex Sandro (1' sts); Zakaria (22' st Locatelli), Rabiot; Cuadrado, Dybala (10' st Kean), Bernardeschi (22' st Bonucci); Vlahovic.
A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, Rugani, Nicolussi Caviglia, Miretti, Ake.
Allenatore: Allegri

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, D’Ambrosio (18' st Dimarco; 11' sts Bastoni); Darmian (18' st Dumfries), Barella, Brozovic, Calhanoglu (46' st Vidal), Perisic; Lautaro Martinez (46' st Sanchez), Dzeko (18' st Correa).
A disposizione: Cordaz, Radu, Gagliardini, Ranocchia, Gosens, Caicedo.
Allenatore: Inzaghi

ARBITRO: Valeri di Roma 2

MARCATORI: 6' pt Barella (I), 5' st Alex Sandro (J), 7' st Vlahovic (I), 35' st Calhanoglu (I, ru sig.), 9' sts Perisic (I, su rig.), 12' sts Perisic (I)

NOTE. Espulsi: al 14' sts Allegri (J), per proteste. Ammoniti: Locatelli (J); Brozovic, Vidal (I). Recupero: 2' pt, 3' st, 2' sts, 2' sts.

Perin: "Stasera l'atteggiamento sarà fondamentale, dobbiamo restare concentrati"

Tempo di lettura: < 1 minuto

PERIN JUVENTUS INTER INTERVISTA - Queste le parole di Mattia Perin, intervistato da Mediaset e da JTV a pochi minuti dal fischio d'inizio di Juventus Inter, gara valida per la finale di Coppa Italia 2022.

Finale Coppa Italia, l'intervista a Mattia Perin prima di Juventus Inter

"Quanto conta la rivincita rispetto alla Supercoppa? È importante, ma dobbiamo capire che quella partita è il passato, quella di oggi è il presente, dobbiamo focalizzarci su quella che è la partita di oggi, dobbiamo affrontarla con doti caratteriali importanti, per cercare di fare un'ottima prestazione, che è l'unica cosa che possiamo controllare".

Una partita che può salvare la stagione?

"Non penso sia così, perchè rispetto a come siamo partiti dentro il gruppo abbiamo creato delle cose importante, che ci serviranno per ripartire alla grande il prossimo anno. E' chiaro che la vittoria di stasera potrebbe dare un plus a quello che abbiamo fatto quest'anno".

Gli ingredienti di questa finale

"In primis sono le qualità caratteriali che abbiamo. Dobbiamo mettere in campo la giusta attenzione e concentrazione. L'atteggiamento è fondamentale. Poi il resto verrà da sé".

Sull'Inter

"È una squadra molto preparata che sa giocare bene. La cosa principale da ambedue le parti sarà chi porterà più carattere all'interno della partita".