Il tackle di Tacchinardi: "I giocatori della Juve hanno persa la voglia di..."

17 Luglio 2020
- Di
Redazione JN
Tempo di lettura: < 1 minuto

JUVENTUS TACCHINARDI INTERVISTA - Alessio Tacchinardi, ex centrocampista bianconero abituato a vincere con la nostra maglia, ha rilasciato un'intervista a La Gazzetta dello Sport. Ecco le sue parole.

Tacchinardi sulla crisi della Juve

"La crisi? Pensavo potesse essere il gioco chiesto da Sarri, ma mi sono convinto che sono i giocatori a non rendere come dovrebbero. E’ più colpa loro: fanno 20’, poi staccano la spina. Scherzano col fuoco, se portano il campionato fino all’ultima giornata sarà un massacro e condizioneranno la Champions. Prima vince lo Scudetto, prima la Juve stacca e rifiata. E prima può dedicarsi al Lione, che sarà carico a mille e fresco come una rosa. La spia di pericolo è accesa, ma stiamo facendo il processo a una squadra che è comunque prima con molti punti di vantaggio".

Il giudizio sui singoli

"In difesa non vedo l’adrenalina che ti dà il marcare a uomo: cala la tensione e prendono gol assurdi. E poi il centrocampo viaggia a ritmi troppo bassi tranne Bentancur, in cui un po’ mi rivedo: è un misto tra me, Conte e Marchisio. Gli altri, tutti, sono sotto al loro livello: oggi è facile parlarne male, ma Ramsey e Rabiot li avrei presi anche io. Sono forti, ma devono darsi una svegliata. Piuttosto, la Juve, cercando di essere un po’ più bellina, ha perso la voglia di battagliare".

© Copyright - Junews.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram