junews-inter-juventus-rassegna-stampa-allegri
LaPresse

INTER-JUVENTUS RASSEGNA STAMPA – Allegri ha rilasciato molte interviste dopo il big match contro l’Inter. I suoi bianconeri soffrono il contrasto nerazzurro, ma la partita si salva per l’intervento del Var. La Gazzetta dello Sport ha raccolto alcune dichiarazioni fatte dall’allenatore nel post partita.

Buona prestazione

“Questo punto pesa molto perché è venuto dopo una bella prestazione. Prima del gol del pareggio c’erano due-tre situazioni in cui non abbiamo chiuso l’azione, in cui dovevamo fare meglio. Poi abbiamo giocato un po’ più alti, con più fiducia, contro un’ottima Inter, che è squadra fisica e ha tecnica: serviva una prestazione del genere. E’ un punto importante, teniamo l’Inter a tre punti, ma dobbiamo vincere delle partite innanzi tutto per continuare la striscia positiva e poi per rosicchiare ancora qualche punto prima della sosta”.

“Nel primo tempo l’Inter ha alzato i ritmi ma ci siamo alzati molto sia con Morata, con Kulusevski che con McKennie, poi abbiamo sbagliato perché siamo stati troppo frettolosi: per riuscirci con continuità serve che quelli davanti indirizzino e diano bene la prima pressione”.

Chiesa in panchina

“Chiesa? Poteva essere una partita più fisica all’inizio e avevo bisogno di un giocatore che come Kulusevski che ha fatto una buona partita all’inizio mettesse pressione su Brozovic. Poi i ritmi sono calati, tra Dybala, Kaio Jorge, Arthur, una crescita di condizione e fiducia, era il momento giusto per lui. Stasera dopo una bella partita è un bel punto, adesso però bisogna vincere col Sassuolo”.

Continuare così

“Nelle prime tre partite abbiamo lasciato otto punti su nove e ci ha un po’ condizionato. Bisognava ripartire dalle basi, cioè un buon ordine in fase difensiva per acquisire fiducia e spostarsi più avanti, ora dieci-venti metri e poi saranno un po’ di più”

Infortunio di Bernardeschi

“Sono casualità, Bernardeschi ha detto di aspettare un attimo, io ho aspettato un attimo e… Però è stato un gol abbastanza fortuito, non dovevamo prenderlo neanche in dieci. Noi dobbiamo migliorare nella chiusura dell’azione: troppe volte arriviamo lì e la palla passa dentro l’area, invece sono situazioni che vanno chiuse”.

Arthur

“È un giocatore straordinario. Ha una proprietà di palleggio importante, soprattutto quando c’è Dybala in mezzo”. E soprattutto per Kaio Jorge: “È sveglio, a calcio sa giocare. Ha buona tecnica e credo abbia ottime possibilità di trovare spazio e di far bene, ha personalità”.

KAIO JORGE 

“Capisce di calcio, ha buona tecnica. Ha ottime possibilità di trovare spazio e di far bene. Ha tanta personalità, è giovane e incosciente e questa è una cosa bella”.

Rispondi