junews-juventus-covid-19-asl-torino-juventus
LaPresse

JUVENTUS NAPOLI COVID-19 – Rischia di essere la “partita che mai si disputò”, quella tra Juventus e Napoli. La telenevola infinita, iniziata il 4 ottobre con l’assenza della squadra partenopea, bloccata dalla ASL campana, che determinò prima il 3-0 a tavolino per la Juve, poi la disposizione del Collegio di Garanzia del CONI di far giocare il match, potrebbe non essere finita. Le positività al Covid di Bonucci prima e di Bernardeschi poi, hanno fatto scattare l’allarme. E se fossimo in presenza di un focolaio? A spegnere il fuoco della paura, in attesa di eventuali aggiornamenti, ci ha pensato Roberto Testi, direttore del Dipartimento di Prevenzione della Asl Città di Torino. Ecco le sue dichiarazioni riprese da Calciomercato.it

Juventus-Napoli, le parole di Testi sul rischio Covid-19

Bernardeschi e Bonucci si sono infettati in Nazionale e hanno sviluppato la malattia nel tempo. Sono tornati e sono stati subito isolati, quindi non sono entrati nella bolla squadra. Non ci sono problemi da parte nostra, e per questo la partita di domani col Napoli non è a rischio. Questo è un caso diverso dal cluster recente del Torino“.

Rispondi