Lione, Garcia: "Juve grande squadra, ma il destino è nelle nostre mani"

6 Agosto 2020
- Di
Redazione JN
Tempo di lettura: 2 minuti

LIONE CONFERENZA STAMPA JUVENTUS - Rudi Garcia, il tecnico del Lione, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia dell'importantissimo match di Champions League contro la Juve. Ecco le sue parole.

La conferenza stampa di Garcia: verso Juventus-Lione

"Quando vinci 1-0 all'andata la percentuale va verso chi ha vinto ma visto l’avversario e la Juve che è una grande squadra siamo pari. Poi vediamo perché mi hanno detto tutte le critiche che arrivano alla Juve, ma una squadra che vince il campionato dopo 36 partite ed è al nono scudetto consecutivo rimane una grande squadra. Solo dire questo vale livello della Juve. Possiamo dire sì che prendono più gol e noi non è che arriviamo qua solo per difendere. Vogliamo anche fare un gol perché sarà più facile qualificarsi così".

Sulla Juventus, forse orfana di Dybala

"Ci sono tante stelle nella Juve. Fanno tutti la differenza, noi siamo umili ma anche molto ambiziosi. Vogliamo qualificarci".

Garcia e la possibilità di una rivincita contro la Juventus

"No è un altro momento, un’altra squadra e un’altra competizione. Non c’è niente del passato che può essere nella mia mente in questa partita. Giocheremo senza pubblico ed è un peccato, è sempre meglio anche in trasferta giocare con i tifosi perché il calcio è fatto per giocare con la tifoseria. Siamo arrivati finale di coppa di lega, siamo agli ottavi di Champions e il campionato è durato solo 28 partite. Se devo guardare indietro la situazione è questa, ma adesso vogliamo concentrarci sulle prossime e speriamo di poter sentire l’inno della Champions anche più avanti".

Garcia in conferenza stampa: le differenze tra Juventus e Lione post-lockdown

"Ci sono i pro e i contro. Giocando 14 partite puoi rimetterti in pista, ma chiaramente la Juve può essere anche più stanca. Ha vinto il campionato in 36 giornate quindi non si può pensare che siano ancora stanchi. Lo svantaggio è per noi che abbiamo meno ritmo. La coppa di lega ha dimostrato che abbiamo una buona forma. Protocollo standard, oggi è una conferenza stampa un po’ surreale. Ho l’impressione di essere in un gioco televisivo, però capisco che la situazione lo richiede. Il ritmo dovrà essere trovato".

© Copyright - Junews.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram