Ramsey: "Siamo contenti di ripartire: sarà strano giocare a porte chiuse ma l'abbiamo già fatto..."

29 Maggio 2020
- Di
Redazione JN
Tempo di lettura: < 1 minuto

JUVENTUS RAMSEY INTERVISTE - Aaron Ramsey, il centrocampista gallese della Juventus autore di uno degli ultimi gol della stagione bianconera prima dello stop forzato causa Coronavirus, ha parlato ai microfoni di Sky Sport nel corso di un'intervista con Francesco Cosatti. Ecco le sue parole.

Sul Coronavirus in Italia

"L'Italia è stato uno dei primi passi a far scattare il lockdown. Ho deciso di restare qui, e di restare in quarantena qua: è stato difficile, stare sempre al chiuso, trascorrendo il tempo in casa. Ma fortunatamente ero con la mia famiglia e potuto trascorrere molto tempo con mia moglie e con i miei figli. Ho goduto di questa opportunità. Sono molto contento per la la notizia della ripartenza. Penso che in generale l'Italia ha cercato di rispondere al meglio alla pandemia, dato che è stato uno dei paesi più colpiti. Credo che tutti i passaggi fatti siano stati corretti e adesso tutto sta pian piano ripartendo. Il paese sta tornando ad una nuova normalità".

Ramsey sulla ripresa degli allenamenti

"Sto molto bene abbiamo iniziato ad allenarci individualmente e all'inizio è stato strano, ma molto sicuro per tutti, rispettando le regole e poi finalmente abbiamo potuto allenarci tutti insieme ed è stato molto bello. Siamo tornati a fare quello che ci piace".

Ramsey e il ritorno al calcio giocato

"È giusto che anche noi ripartiamo. Siamo contenti di ricominciare seguendo i protocolli di sicurezza. Aspettiamo di ripartire con questo nuovo tipo di partite che noi abbiamo già vissuto contro l'Inter mesi fa, con le porte chiuse e senza tifosi.  È strano ma è quello che adesso dobbiamo fare per chiudere la stagione e poi vedremo alla fine".

© Copyright - Junews.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram