Sarri: "Siamo stati disordinati: abbiamo perso perché fino alla fine abbiamo provato a vincere"

24 Luglio 2020
- Di
Redazione JN
Tempo di lettura: 2 minuti

SARRI JUVENTUS INTERVISTA - Intervistato da Sky Sport al termine del match perso con l'Udinese, Maurizio Sarri ha risposto alle domande dei giornalisti in merito all'inopinata sconfitta della Dacia Arena. Ecco le sue parole.

L'intervista a Sarri: su Udinese-Juventus

"Negli ultimi tempi è così per noi e un po' per tutti. Abbiamo perso ordine, abbiamo preso il pareggio dopo aver fatto un buon primo tempo. Abbiamo cominciato a essere disordinati e abbiamo portato la partita su un binario pericoloso e poi l’abbiamo persa al 93' per volerla vincere a tutti i costi. In questa fase della stagione è difficile perché le squadre giocano in condizioni diverse dalla normalità, siamo tutti più stanchi. Le squadre fanno fatica a essere aggressive e infatti ritengo che in questo momento l’ordine deve essere più importante dell'aggressività e noi oggi l’abbiamo perso".

Sarri sul momento della Juventus

"In questo momento della stagione è difficile rimanere fisicamente efficienti e applicati mentalmente per 90 minuti. Le partite sono tutte strane, non hanno una logica predefinita e l’inerzia della gara cambia con una facilità incredibile. Proprio per questo dico che molto probabilmente conta di più essere ordinati che non forti tecnicamente e tutto il resto. Dobbiamo imparare queste lezioni e cercare in campo di essere ordinati. La stanchezza mentale è più di quella fisica. Infatti noi nel primo tempo siamo stati piuttosto ordinati. Non ce l'abbiamo fatta ad avere lo stesso livello d'ordine probabilmente anche perché volevamo vincere a tutti i costi e questo dopo il pareggio ci ha portato a una reazione più scomposta mentre invece dovevamo conitnuare a giocare con serenità e ordine”.

Le difficoltà mostrate dalla Juventus in proiezione Champions

"Non sono ancora proiettato così in là. Penso prima di tutto alla Sampdoria, sono un paio di settimane che dico che fare punti è difficilissimo e il campionato lo sta dicento un po' per tutte le squadre. Bisogna stare sul pezzo sul campionato ora e poi penseremo alla Champions".

L'intervista a Sarri: sulle assenze di Chiellini e Bonucci

"Giorgio purtroppo a noi è mancato per tutta la stagione, è un qualcosa su cui non si è posta molto l'attenzione ma è chiaro che nel lungo periodo un difensore di questa portata, di questa grande personalità sarebbe stato non utile ma più che utile. La stagione è andata così a livello di infortuni e quindi dobbiamo andare oltre queste problematiche".

Sarri sui tanti gol subìti dalla Juventus

"Anche 12 rigori contro, non è un numero che solitamente subiscono le grandi squadre. Però mi sembra che sia un numero cresciuto in assoluto, non solo per noi. Forse per noi in maniera superiore agli altri però il numero dei rigori credo sia un record".

Sulla pericolosità offensiva della Juventus

"Abbiamo Higuain fuori in questo momento e lui in condizione è un giocatore che ci può risolvere anche queste situazioni con squadre più chiuse, è un giocatore più d'area di rigore. Purtroppo anche lui in questo momento è fuori per infortunio. Dobbiamo fare bene con quelli che abbiamo. Non possiamo appellarci agli infortuni che son stati tantissimi ed è purtroppo un’abitudine per la Juventus negli ultimi anni. Quindi dobbiamo fare bene senza e possiamo fare sicuramente meglio anche senza".

© Copyright - Junews.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram