Allegri: "Mai stato un anno alla Juventus senza ambizione di vincere"

22 Dicembre 2022
- Di
Daniele Izzo
Categorie:
Massimiliano Allegri Juventus Lazio Serie A 2022-2023
Tempo di lettura: 2 minuti

ALLEGRI JUVENTUS RIJEKA - Al termine di Juventus - Rijeka, amichevole terminata sul risultato di 1-0, Massimiliano Allegri si è presentato in conferenza stampa per rispondere alle domande dei cronisti presenti.

IL TABELLINO DI JUVENTUS - RIJEKA

Juventus - Rijeka, la conferenza stampa di Allegri

"In questi nove giorni dobbiamo essere bravi a rimetterci nelle condizioni di testa ideali per affrontare la Cremonese perché quando c'è un nuovo inizio dopo la sosta c'è sempre un punto interrogativo. A livello fisico non ci capisco niente, siamo stati criticati perché la squadra non correva, poi abbiamo vinto sei partite e nessuno si è lamentato più della condizione fisica per cui non si capisce se abbiamo lavorato male prima, durante o dopo. C'è stato un grande dirigente che una volta mi ha detto 'Io sono da 43 anni nel calcio e ancora non ci ho capito niente".

Sulla società e il nuovo CdA

"Oggi ho parlato con il dg Maurizio Scanavino che si è presentato alla squadra e allo staff, poche parole ma giuste. Ha sottolineato che la Juventus è la Juventus, le ambizioni della Juventus non cambiano ora e non cambieranno mai".

Il futuro della Juventus

"A livello di squadra da inizio campionato abbiamo fatto un passetto in avanti, abbiamo ripreso a fare una buona fase difensiva, abbiamo iniziato a mostrare la voglia di faticare e di metterci a disposizione dei compagni. Sappiamo di aver iniziato male e di essere usciti dalla Champions ma tutto deve essere visto come un'opportunità, adesso dobbiamo risalire e dobbiamo cercare di arrivare tra i primi quattro posti, non dobbiamo pensare a ciò che succede tra tre mesi ma pensare a partita dopo partita, poi abbiamo l'Europa League che è un'altra opportunità che abbiamo. La Juventus ha una storia di 125 anni e non c'è mai stato un anno che non avesse l'ambizione di vincere. Il cambio di assetto tattico con il rientro degli infortunati è l'ultimo dei problemi, abbiamo tantissime partite e di partita in partita si vedrà".

L'investitura di Elkann

"L'investitura di Elkann? Il mio ruolo è sempre stato quello di decidere insieme alla società, valuto il mercato con Cherubini che è il ds. La squadra momentaneamente è a posto, abbiamo una rosa di 26 giocatori e dovremo soltanto decidere quali giovani mandare a giocare, adesso arriva la parte più importante della stagione".

Seguici Su

Virgilio Degiovanni - From Hell to MetalandHomo Ethicus OeconomicusIl Salotto del CalcioVirgilio Degiovanni - From Hell to MetalandCorriere VinicoloProdotti GiuridiciAdvepa - 3D For Business

Approfondimenti

© Copyright - Junews.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram