junews-juventus-ancelotti-carlo-allenatore-interviste
LaPresse

ANCELOTTI – Carlo Ancelotti, ha concesso una lunga intervista a Sky Sport, parlando di tanti ex milanisti che stanno seguendo le sue orme, compreso l’attuale allenatore della Juventus. “Seguo tutti i calciatori che ho avuto. Non so se fortunatamente o sfortunatamente tanti sono diventati allenatori, da Pirlo a Gattuso, da Nesta a Pippo Inzaghi, e di tutti loro sono tifoso. Hanno scelto questa attività che inevitabilmente porta delle critiche, ma loro lo sanno meglio di me. Sono stati criticati da calciatori, saranno criticati da allenatori: questo fa parte del nostro mondo. Pirlo e Gattuso non hanno la mia esperienza, su questo non c’è dubbio, ma solo perchè sono più giovani di me. Quindi non è una cosa negativa, al contrario è positiva perchè significa che hanno meno anni di me. Ma hanno tutte le conoscenze per risolvere tutti i problemi che incontreranno. Con loro mi sento poco perchè siamo presi dai rispettivi impegni. Inzaghi è quello che sento più di tutti. Con Pippo ho un buon feeling, forse perchè mi ha regalato molte soddisfazioni con i suoi gol”.

Le parole di Ancelotti

Ancelotti ha parlato anche della corsa scudetto: “Spero vinca il Milan, ma credo che non sarà facile perchè l’Inter viaggia forte. Non penso che il mio amico Conte mi accontenterà in questo desiderio. La qualificazione in Champions League è un sogno, dobbiamo essere realisti. Possiamo competere con il West Ham che attualmente è quarto ma non dobbiamo dimenticare che dietro ci sono squadre come Chelsea e Liverpool che al momento ci sono superiori. Firmerei per la qualificazione in Europa League perchè questo era l’obiettivo della società a inizio stagione. La vittoria nel derby con il Liverpool è stata particolare. Ho vinto molti derby ma in questo caso ho visto gente piangere ed è stato emozionante”.

Rispondi