junews-juventus-allegri-massimiliano-tecnico-juve
LaPresse

INTERVISTA ALLEGRI – Massimiliano Allegri è intervenuto ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria contro il Malmö. Il tecnico si è mostrato soddisfatto della reazione della squadra e della prestazione al debutto in Champions League.

Allegri sulla preoccupazione Champions

“Quando giochi una partita di Champions c’è sempre preoccupazione. Un debutto in trasferta, dopo i risultati non arrivati in casa: è ovvio ci fosse un po’ di pressione in più. I ragazzi hanno fatto una buona partita sul piano tecnico, anche se nel primo tempo potevamo sfruttare meglio alcune situazioni. C’è da migliorare. Il 14 luglio abbiamo cominciato un percorso e questo non cambia. I risultati condizionano il giudizio, ma bisogna essere bravi a mantenere l’equilibrio, sia nelle sconfitte che nelle vittorie”

I singoli

“Rabiot è straordinario, nemmeno lui conosce le potenziali che ha. Szczesny ha fatto una bella gara, perché è un portiere di valore anche se capitano giornate storte. Dybala ha giocato bene e bisogna continuare così”.

Quanto potrà incidere questo successo in vista dell’impegno con il Milan?

“Sappiamo che giocheremo con il Milan che è in forma e che ha entusiasmo e buona tecnica ma stasera il fatto di non aver preso gol è importante. Ci sono cose positive”. 

Allegri sul fattore psicologico

“L’aspetto mentale è il 90% di tutti i lavori, nel calcio ancora di più. Quando lasci dei punti in campionato, come abbiamo fatto noi, giocando a tratti male ma con errori di singoli in partite che avevamo in mano, come a Napoli e Udine, ti fa vedere le cose in maniera più negativa. Io ricordo l’anno della rincorsa verso lo scudetto a Sassuolo prendemmo gol sull’unico tiro in porta su punizione da Sansone e sbagliammo tipo otto gol, una roba pazzesca. Poi vincemmo partite che non meritavamo di vincere. Bisogna sempre distinguere il risultato dalla prestazione”.

Rispondi