Pirlo e la sua Juve camaleontica: si parte con la difesa a tre ma poi...

14 Settembre 2020
- Di
Redazione JN
junews-juventus-pirlo-andrea-allenatore-ultime-notizie
Tempo di lettura: 2 minuti

PIRLO JUVENTUS NOVARA - Nel primo e probabilmente unico test amichevole prima dell'inizio del campionato - i bianconeri saranno in campo già domenica 20 contro la Sampdoria, ndr - Pirlo ha varato la sua prima nuova Juve. Sebbene sia inopportuno dare giudizi affrettati, e men che meno definitivi, si sono visti segni di discontinuità rispetto al recente passato. Come sottolinea La Gazzetta dello Sport infatti, le novità maggiori si sono registrate nell'impostazione della linea difensiva: Pirlo ha varato una difesa a tre che può definirsi tale solo in fase di impostazione. Già perché in fase di non possesso la linea ritorna ad essere a quattro, con una fluidità nella variazione al modulo sconosciuta al predecessore Sarri. Vediamo nel dettaglio come ha giocato ieri la Juve.

Juventus-Novara: Pirlo l'ha giocata così

L'undici schierato ieri era certamente il migliore possibile. Szczesny in porta, difesa a tre con Danilo, Bonucci e Chiellini, centrocampo a quattro con Cuadrado, Rabiot, McKennie ed Alex Sandro; Ramsey libero di giostrare alle spalle del tandem d'attacco formato da CR7 e Kulusevski. L'assenza di due titolarissimi come De Ligt e Dybala non può certo lasciare immaginare che uomini e moduli scelti ieri siano fissi ed immutabili. Le soluzioni a disposizione, in un'ottica di negazione dell'integralismo Sarriano, sono veramente tante. Probabile per esempio che quando giocherà Chiellini, il ruolo di centro-destra nella difesa a tre verrà occupato da uno tra Danilo e De Sciglio. Quando invece Chiello riposerà, il suo posto verrà preso da Alex Sandro, ieri sulla linea dei centrocampisti, col centro-destra difensivo occupato da De Ligt. In quetsa seconda opzione, crescono, per il ruolo di esterno di centrocampo, le quotazioni di Bernardeschi. Da verificare anche il ruolo e la posizione di Dybala: partner di CR7 in attacco o alla "Ramsey"? E Suarez - o Dzeko che sia- dove lo mettiamo? Insomma i rebus non mancano. La Juve è ancora in divenire, ma Pirlo sembra già guidarla con le idee chiare.

Seguici Su

Virgilio Degiovanni - From Hell to MetalandHomo Ethicus OeconomicusIl Salotto del CalcioVirgilio Degiovanni - From Hell to MetalandCorriere VinicoloProdotti GiuridiciAdvepa - 3D For Business

Approfondimenti

© Copyright - Junews.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram