junews-juventus-pirlo-andrea-allenatore-juventus
LaPresse

PIRLO JUVENTUS SPEZIA INTERVISTA- Al termine del vittorioso match dell’Allianz Stadium contro lo Spezia, il tecnico bianconero Andrea Pirlo è stato intervistato da Sky Sport. Ecco le sue parole.

L’intervista a Pirlo dopo Juventus-Spezia

“La stanchezza dopo tante partite con gli stessi uomini si fa sentire, quindi non eravamo brillanti, abbiamo cercato di gestire un po’ la partita, cercando di ripartire sugli spazi che ci lasciavano, perchè portavano tanti uomini in attacco, infatti anche nel primo tempo qualche occasione l’avevamo avuta. Poi nel secondo tempo, con i cambi, con giocatori un po’ più freschi, siamo riusciti a dare un po’ più di spinta. Gli infortunati cercando di recuperare, adesso speriamo che nei prossimi giorni possa rientrare qualcuno, però di certo non c’è ancora niente. Oggi si è fermato anche De Ligt che aveva preso una botta col Verona e si era indurito un po’ il polpaccio, adesso lo valuteremo nei prossimi giorni”.

Sulle difficoltà tattiche della sua squadra

“La palla in profondità? Sì a fine primo tempo ho chiesto questo, loro tenevano la difesa molto alta e quindi erano importanti gli inserimenti nello spazio di gente che arrivava da dietro, non solo degli attaccanti, ma soprattutto degli esterni, dei centrocampisti, perchè anche su palla libera avevamo visto che loro non scappavano tanto, quindi era importante attaccare lo spazio con più giocatori”.

Sull’importanza di Morata

Alvaro è un giocatore fondamentale per noi, lo abbiamo preso per le sue caratteristiche. E’ uno che abbina tante qualità, sa giocare con la squadra, sa attaccare la profondità, fa gol, e quindi è il giocatore che abbiamo voluto, purtroppo in questo momento è mancato, adesso speriamo che possa tornare al top in brevissimo tempo”.

Pirlo sulle prossime gare e sulla rincorsa all’Inter

“Dobbiamo migliorare in tutto, ma in questo momento la cosa più importante è recuperare energie fisiche e mentali, recuperare giocatori, perchè in questo momento con tante partite così ravvicinate quella è la cosa più importante. Poi per il resto si può sempre migliorare. L’Inter? Siamo lontani per i punti che ci precedono. Sarà una rincorsa lunga, loro sono collaudati, noi siamo all’inizio di un percorso ma ce la giocheremo fino alla fine”.

Rispondi